Astenia: cosa è, sintomi e trattamento

astenia cosa e

Nel corso della propria vita capita di frequente di sentirsi stanchi e talvolta si fa fatica ad individuarne una regione valida. A dirla tutta, le motivazioni dietro alla stanchezza sono molteplici ma nella maggior parte dei casi anche passeggere per cui non necessariamente hanno bisogno di controlli o attenzioni particolari.

Diverso è invece il caso dell’astenia, una condizione patologica che si manifesta proprio mostrando segni di debolezza generica e perdita di forza muscolare; anche in questo caso possono esserci ragioni più svariate dietro l’insorgenza di tale problematica ma trattandosi di un tema molto più complesso è necessario approfondirne tutti i fattori che la contraddistinguono.

Scopriamo allora nel dettaglio cos’è l’astenia, quali sono le cause, i sintomi ed il trattamento.

Astenia: cosa è e cause

Uno degli espedienti migliori per comprendere il significato di una patologia è quello di andare a ricercarne la radice etimologica che solitamente suggerisce in maniera consistente la natura del problema. Nel caso dell’astenia dobbiamo far riferimento al termine greco “asthenes” che indica per l’appunto “forza” con l’aggiunta però della a- privativa che ne sottolinea la mancanza.

Lessico a parte, l’astenia è dunque una condizione che implica debolezza a livello muscolare soprattutto, una sensazione che tuttavia non ha alcun riferimento particolare né connessione con lo sforzo fisico; al contrario, talvolta un’attività intensa ne può compromettere ed intensificarne gli effetti mentre non basterà osservare un periodo di riposo per guarirne.

È questo il motivo per cui ad oggi è molto difficile individuare le cause dell’astenia, eppure gli studi condotti avanti negli anni hanno rilevato una forte incidenza dell’aspetto psichico-mentale oltre a quello fisico. Nello specifico, sotto il profilo mentale si è riscontrato che in più del 50% dei casi di astenia è presente la componente legata a depressione ed ansia, mentre la restante parte è frutto di comorbilità che riguardano la sfera fisica ed hanno a che fare con altre patologie.

Difficile anche andare ad elencare tutte le malattie che favoriscono o in qualche modo contribuiscono alla manifestazione della sintomatologia legata all’astenia, ma volendone riassumere le principali potremmo sviluppare un elenco come questo che segue:

  • Alzheimer
  • Artrite (anche reumatoide)
  • Ipertiroidismo ed ipotiroidismo
  • Morbo di Crohn
  • Intolleranze alimentari
  • Anemia
  • Angina pectoris
  • Sclerosi multipla
  • Fibromialgia

Insomma, il quadro delineato esprime chiaramente quanto la mancanza di forza fisica e il senso di debolezza possano essere indistintamente legati a problemi che riguardano la demenza così come la tiroide, infiammazioni di qualsiasi genere fino ad arrivare al tema alimentare.

A tutte queste si aggiungono naturalmente la mancanza di attività fisica, da intendersi come un’azione preventiva più che risolutiva come vedremo nel paragrafo successivo, oltre che alla “normale” fase di invecchiamento che acuisce molteplici problematiche relative a corpo e mente.

Astenia: sintomi e trattamenti

La chiusura del paragrafo precedente offre una serie di assist importanti per entrare nel tema dei sintomi e dei trattamenti per l’astenia. Procedendo per ordine, pur avendone già espresso il sintomo principale ci preme sottolineare che quando ci riferiamo al concetto di debolezza legato all’astenia bisogna fare attenzione a distinguere quella reale da quella percepita. Chi soffre di astenia, difatti, ha semplicemente l’impressione di non essere in grado di svolgere attività che richiedono impegno fisico, sebbene nelle maggior parte dei casi il corpo sia invece pronto a compiere la mansione prefissata. Un fattore che, come abbiamo visto, si lega molto all’aspetto psichico ma che al contempo ne riduce drasticamente la possibilità di individuare la ragione del malessere in maniera definita.

Per questo motivo, prima di lanciarsi su una diagnosi approssimativa è bene inquadrare anche lo stato generale del paziente: nei soggetti pienamente in forma o che tendenzialmente non hanno mai mostrato difficoltà dal punto di vista fisico potrebbe essere altamente probabile che si tratti propri di astenia; al contrario, in coloro che già vivono una vita sedentaria o che soffrono di malattie particolari che ne compromettono la salute potremmo avere semplicemente una correlazione tra i problemi, senza che l’astenia ne sia però la causa principali.

Da questo spunto parte il discorso dei trattamenti che, ovviamente, non potranno essere intrapresi con certezza ed efficacia senza prima essere sicuri della ragione del proprio malessere. In questi casi, dunque, è bene rivolgersi ad uno specialista che procederà per esclusione, andando a considerare quali elementi possono effettivamente nascondersi dietro l’origine dell’astenia anche basandosi sulla storia clinica del paziente.

In generale, il consiglio migliore che coinvolge tutti gli aspetti legati alla salute fisica e mentale è quella di adottare uno stile di vita sano e regolare che preveda al tempo stesso esercizio fisico, svago ed una sana alimentazione.

Contattaci oggi per avere maggiori informazioni o prenotare la tua PROVA GRATUITA
Lascia un commento

Vuoi ricevere MyMed per una prova gratuita a casa tua?

Richiedi un appuntamento a casa tua con un nostro specialista per conoscere la soluzione più adatta alle tue esigenze e provare di persona l'efficacia di MyMed. La prova è gratuita e non prevede nessun impegno, e se deciderai di acquistare, con la formula soddisfatti o rimborsati avrai anche tutto il tempo di valutare i benefici dell’apparecchio.