Esercizi per la sciatica: 4 soluzioni da provare

esercizi sciatica

Quali sono gli esercizi per la sciatica più utili? Il dolore provocato dalla sciatica è inconfondibile: si irradia dalla parte bassa della schiena e percorre l’intera gamba, limitando i movimenti, creando uno stress non indifferente al paziente e condizionandone la vita.

La sciatica è dovuta all’infiammazione del nervo sciatico, quel nervo che ha origine nel plesso sacrale ed attraversa la gamba in tutta la sua lunghezza fino al piede. Nel caso in cui si soffra di sciatalgia acuta, nei 10-15 giorni successivi ai primi sintomi può essere necessario evitare di allenarsi. Al termine della fase acuta ci sono degli esercizi particolarmente efficaci per combattere questa patologia: occorre tenere presente che, per quanto siano valide, tali attività non saranno sufficienti a risolvere definitivamente il problema della sciatalgia.

Un percorso terapeutico ideale, infatti, dovrà essere personalizzato in base alle condizioni di ogni singolo paziente, a seconda della gravità dell’infiammazione del nervo sciatico.

Sciatica: premesse e raccomandazioni

Le cause della sciatica possono essere diverse, dall’ernia del disco che provoca la compressione del nervo ad una contrattura dei muscoli posteriori della coscia, fino a cattive posture e gravidanza. La vita sedentaria costituisce uno dei principali fattori di rischio. Determinati esercizi di stretching sono un vero e proprio toccasana: se ripetuti quotidianamente ed eseguiti correttamente, possono contribuire molto a contrastare il dolore.

In generale, durante la fase acuta è preferibile limitarsi a sedute di fisioterapia o di magnetoterapia, particolarmente utili per alleviare il dolore, attenuare l’infiammazione e migliorare la corretta postura per evitare recidive. In presenza di una condizione cronica, tuttavia, è possibile praticare gli esercizi sopra citati a scopo rieducativo. I farmaci possono attenuare i sintomi per un po’, ma per risolvere definitivamente il problema sarà necessaria una riabilitazione mirata, operata da uno specialista.

Sciatica: esercizi utili

Dopo la fase acuta è importante riprendere a muoversi, e farlo nel migliore dei modi. Gli esercizi per la sciatica puntano a migliorare postura e sostegno della schiena, a rinforzare i muscoli ed a ripristinare la flessibilità. Indispensabili le pratiche di stretching, da eseguire tutti i giorni per allungare i muscoli, in modo da rilassare quelli che comprimono il nervo sciatico. Uno di questi si effettua da sdraiati, in posizione supina, con un cuscino sotto la testa: bisogna piegare le ginocchia tenendo le piante dei piedi ben salde a terra. Con entrambe le mani, afferrare il ginocchio destro e portarlo lentamente verso il petto, mantenendo la posizione per 20-30 secondi e ripetendo con l’altra gamba.

Per muovere ed allungare il nervo sciatico ecco un secondo, utile esercizio di stretching: sempre da sdraiati in posizione supina, afferrare con entrambe le mani un ginocchio tirandolo lentamente verso il petto. Spostare le mani posizionandole entrambe dietro al ginocchio, poi raddrizzare lentamente la gamba, senza smettere di tirare il ginocchio. Restare in questa posizione respirando profondamente, poi piegare il ginocchio e tornare alla posizione di partenza, ripetendo con l’altra gamba.

Se la sciatica dipende da un’ernia del disco, questo terzo esercizio di stretching si rivela molto utile per la colonna vertebrale. Sdraiati a pancia in giù con le braccia lungo i fianchi ed i palmi verso l’esterno, le dita dei piedi che puntano verso il basso, bisogna sollevare lentamente testa, gambe, braccia e busto, concentrando la forza sui gomiti, mantenendo collo e schiena dritti e fianchi aderenti al pavimento. Le ginocchia devono essere sollevate da terra, le spalle devono avvicinarsi insieme. Si deve arcuare la schiena il più possibile per allungare zona lombare e addome, mantenendo la posizione per almeno 10 secondi e respirando profondamente.

L’ultimo esercizio consente una torsione terapeutica del ginocchio, per alleviare non solo la sciatica ma anche il mal di schiena. Sdraiandosi a pancia in su, si deve piegare il ginocchio sinistro tirandolo verso il petto. Con una fascia elastica sistemata attorno alla pianta del piede, tirare le due estremità sollevando la gamba in alto, mantenendo i glutei premuti a terra e il piede flesso e aperto, e allungando la gamba. Mantenere la posizione per 10 secondi, poi piegare il ginocchio verso il petto, distendere a terra la gamba e passare all’altro arto.

Lascia un commento

Vuoi ricevere MyMed per una prova gratuita a casa tua?

Richiedi informazioni oppure prenota un appuntamento a casa tua con un nostro specialista per conoscere la soluzione più adatta alle tue esigenze e provare di persona l’efficacia dei dispositivi MyMed®. La prova è gratuita e non prevede nessun impegno, e se deciderai di acquistare, con la formula soddisfatti o rimborsati avrai anche tutto il tempo di valutare i benefici dell’apparecchio.