Gambe gonfie: cause, sintomi e rimedi

gambe gonfie

Una delle condizioni patologiche più diffuse e che riguardano specificamente gli arti inferiore è quella delle gambe gonfie. Sebbene il termine possa involontariamente far pensare ad un problema di natura superficiale, in realtà quest’ultimo talvolta può essere sintomo di una patologia in essere più grave o comunque indicativo di un disturbo fisico piuttosto fastidioso.

Sono poi diverse le circostanze che possono determinare, favorire o alleviare tutto l’insieme di fattori presenti nelle gambe gonfie e per questo motivo occorrerà un’analisi più approfondita sul tema, in modo da riuscire a interpretarne i primi campanelli di allarme oltre alle forme preventive e non solo.

Ecco allora cosa si intende per gambe gonfie, quali sono le cause, i sintomi e i rimedi.

Gambe gonfie: cause

Prima di soffermarsi sulle cause delle gambe gonfie è bene ragionare nel dettaglio sul processo che comporta tale rigonfiamento; in determinati casi, inoltre, quest’ultimo può risultare decisamente vistoso e quindi generare anche un senso di malessere psicologico oltre che fisico.

Procedendo per punti allora, possiamo affermare che nella maggior parte dei casi le gambe gonfie sono dovute ad un accumulo di liquidi che non vengono correttamente drenati dal sistema linfatico andando ad accumularsi nei tessuti. Tale accumulo genererà l’edema che sarà il responsabile poi del gonfiore. Ma qual è il motivo di tale accumulo? Sicuramente tra le cause principali delle gambe gonfie c’è l’assenza di attività fisica o comunque di immobilità, un fattore non sempre dovuto ad una mancanza di volontà ma spesso condizionato dal lavoro e dagli impegni quotidiani. Con i muscoli delle gambe inattivi, difatti, la pressione venosa aumenterà col sangue che faticherà a circolare in maniera regolare e nello specifico a far ritorno al cuore: in questi casi si menzionerà allora l’insufficienza venosa come causa delle gambe gonfie, ma non è tutto.

Ci sono alcune condizioni particolari che favoriscono l’insorgenza del problema, alcune delle quali legate ad abitudini scorrette o cause esterne, mentre altre sono sintomo di una correlazione con una patologia più grave. Procedendo per ordine, possiamo sicuramente identificare nel caldo, soprattutto quello estivo, un antagonista delle gambe gonfie, a cui si aggiungono elementi come:

  • Alimentazione molto salata
  • Sedentarietà
  • Postura eretta
  • Indossare calzature strette (o tacchi alti nelle donne)
  • Sovrappeso
  • Gravidanza
  • Diabete e colesterolo alto

Per quanto riguarda invece le connessioni con patologie di natura ben più grave, l’elenco è abbastanza profondo ragion per cui ne sottolineeremo le principali. Va comunque affermato che la natura del problema delle gambe gonfie va ricercata mediante il sostegno e la diagnosi di un medico, senza lasciarsi condizionare eccessivamente dalle possibili cause ad esso connesse. Ecco allora le principali malattie che possono causare le gambe gonfie:

  • Cirrosi Epatica
  • Fibrosi Epatica
  • Insufficienza cardiaca
  • Obesità
  • Policitemia vera
  • Sindrome compartimentale
  • Trombosi venosa profonda
  • Vene varicose

Gambe gonfie: sintomi e rimedi

Una volta delineato il quadro completo delle possibili cause, possiamo dedicarci alla sintomatologia e soprattutto ai rimedi più efficaci per risolvere il problema delle gambe gonfie. Sul primo punto si rischia di esser ridondanti dal momento che la sindrome stessa è espressione della condizione patologica con il gonfiore alle gambe che sarà inevitabilmente il primo sintomo. A quest’ultimo però si potrà accompagnare dolore e pesantezza degli arti inferiori, con talvolta difficoltà ad indossare le calzature. In alcuni casi poi l’edema dovuto all’accumulo di liquidi nei tessuti potrà manifestarsi in maniera più o meno vistosa, seguito da prurito, crampi, formicolii e tensione.

Diverso invece il discorso dei rimedi sui quali è possibile considerare diverse strade; tra queste alcune avranno uno scopo risolutivo, altre agiranno come forma di prevenzione. In particolare, tra i rimedi naturali possiamo indicare diverse erbe o sostanze vegetali antiossidanti (come il pungitopo, il mirtillo nero, il ribes) oltre a quegli alimenti che contengono principi attivi come i frutti di bosco, i kiwi o gli agrumi. Ovviamente, nei casi in cui le gambe gonfie presenteranno sintomi più intensi si potrà ricorrere alla fisioterapia ed ai massaggi mentre l’attività fisica rappresenterà una costante in chiave preventiva.

Esistono poi strumenti ad hoc soprattutto per le donne come le calze elastiche che facilitano il ritorno venoso e di conseguenza ed agevolano il riassorbimento dei liquidi in eccesso. Non bisogna poi dimenticare di badare a tutte le abitudini che nel paragrafo precedente abbiamo etichettato come cause del problema; per questo motivo è consigliabile evitare calzature scomode o tacchi troppo alti, soprattutto se indossati per lungo tempo nel corso della giornata. Allo stesso modo sarà fondamentale seguire una dieta equilibrata in modo che il nostro peso corporeo sia bilanciato e non andrà a gravare sugli arti inferiori.

Utile, in chiusura, stretching e tenere le gambe leggermente sollevate durante il riposo notturno o comunque al termine della nostra giornata.

Contattaci oggi per avere maggiori informazioni o prenotare la tua PROVA GRATUITA
Lascia un commento

Vuoi ricevere MyMed per una prova gratuita a casa tua?

Richiedi un appuntamento a casa tua con un nostro specialista per conoscere la soluzione più adatta alle tue esigenze e provare di persona l'efficacia di MyMed. La prova è gratuita e non prevede nessun impegno, e se deciderai di acquistare, con la formula soddisfatti o rimborsati avrai anche tutto il tempo di valutare i benefici dell’apparecchio.